CANE

Un piccolo uccellino stava volando verso sud per svernare, ma il tempo era talmente rigido che l'uccellino congelato cadde a terra stremato. Mentre era a terra sopraggiunse una mucca, che gli fece una bella cagata sopra. Ricoperto da una badilata di merda di vacca , l'uccellino realizzò quanto questa fosse calda, la merda lo stava preservando dal freddo! Quindi se ne stette sotto la merda caldo e felice e iniziò a cantare per la gioia.
Ma un cane che passava da quelle parti sentì l'uccellino cantare e seguendo il canto, il cane scopri' l'uccellino, scavò nella merda, lo tirò fuori e se lo mangiò in un solo boccone!

MORALE DELLA FAVOLA
1) Non è detto che chi ti ricopre di merda sia un tuo nemico
2) Non è detto che chi ti tira fuori dalla merda sia tuo amico

Questa, in poche righe, la favola raccontata dall’esordiente Alessandro Grespan (nonchè ultima testa entrata in casa ZERO) nel corto realizzato in occasione del 48h film festival di Roma. Un festival che promette la gloria, in cambio della realizzazione di un cortometraggio in 48h (ideazione, scrittura, produzione e postproduzione) + 100€. E non staremo qui a decantare le strabilianti qualità attoriali del protagonista, che dovrebbe abbandonare la sua carriera da videomaker, per diventare il nuovo Fabio Volo della cinematografia.

Noi non ce l’abbiamo fatta a consegnare il corto (per qualche ora) e abbiamo rosicato [Tutti i cortometraggi fuoriconcorso verranno proiettati lunedì 18 a partire dalle ore 21.00 in Via Mameli 25 presso il locale BIG STAR].
L’impegno da parte nostra è comunque stato tantissimo e ci pare doveroso porgere un ringraziamento a tutte le persone che ci hanno dato una mano.
Cosa c’è rimasto? Una manciata di foto di backstage ed un cortometraggio che non invieremo mai al festival del cinema internazionale di Roma.
NO GLORY per ZERO!

Buona visione